News - MAGGIO 2010

29 maggio 2010
Giovanni Centrella eletto segretario generale dell'Ugl all'unanimità

Il Consiglio Nazionale dell'Ugl riunito a Chianciano ha eletto segretario generale Giovanni Centrella, già segretario nazionale dei Metalmeccanici. È stata Renata Polverini, segretario generale uscente e presidente della Regione Lazio, ad indicare il nome di Giovanni Centrella quale suo successore per l'impegno dimostrato in questi anni e per i rilevanti risultati ottenuti nel corso della sua attività sindacale. "Come metalmeccanico - ha detto Giovanni Centrella nel corso del suo intervento - sento il dovere di continuare a fare, anche da segretario generale, ciò che ho sempre fatto anche per consolidare i risultati ottenuti in questi anni dal sindacato: essere accanto ai lavoratori nelle fabbriche e negli uffici, sempre attento alle istanze del territorio". Nessun'altra candidatura è stata presentata dal Consiglio nazionale per convergere su una scelta unitaria e dare così continuità all'importante eredità lasciata da Renata Polverini che, nel corso del suo mandato, ha rafforzato il ruolo dell'Ugl quale interlocutore valido e credibile sia nei confronti delle istituzioni sia dei lavoratori.
28 maggio 2010
Mobilità Scuola Primaria - a.s. 2010/2011
In linea i movimenti di trasferimento e di passaggio dei docenti della scuola primaria
Riunione delle segreterie provinciali dell'Ugl Scuola dell'Emilia Romagna
Riunione delle segreterie provinciali dell'Ugl Scuola dell'Emilia Romagna
Nella foto (da sinistra): Antonino Barbagallo segretario regionale
dell'Ugl Scuola Emilia Romagna, Giuseppe Mascolo
segretario nazionale dell'Ugl Scuola e Annamaria Trimarchi
segretario provinciale dell'Ugl Scuola di Bologna.

In data 23 maggio 2010, presso la sede dell'Unione Territoriale Ugl di Ferrara, si sono riunite le segreterie provinciali dell'Ugl Scuola dell'emilia romagna. Tale incontro, inserito nel piano di consultazione che l'Ugl Scuola ha attivato sul territorio nazionale è stato preceduto da un'assemblea con i lavoratori della provincia di Ferrara. Le predette riunioni sono state presiedute dal segretario nazionale dell'Ugl Scuola, Giuseppe Mascolo. È evidente come le problematiche inerenti gli organici del personale della scuola siano oggetto di particolare interesse nel corso di qualsiasi incontro, anche se le situazioni evidenziate ed inerenti i tagli all'organico di diritto del personale, previsti per l'a.s. 2010/2011, continuano ad avere ricadute diverse in base alle regioni. Dalle schede elaborate dall'Ugl Scuola ed oggetto del confronto, appare evidente come il sud venga più colpito del nord, che comunque non viene risparmiato. Trovano un forte consenso, le richieste elaborate dalla segreteria nazionale e divulgate tramite il volantino pubblicato sul sito internet. Emerge, inoltre, la necessità di una maggior tutela nei confronti dei lavoratori della scuola, in caso di problematiche insorte con alunni e/o genitori.
19 maggio 2010
Il Giornale dell'Umbria
Il Giornale dell'Umbria
16 maggio 2010



Inaugurazione sede Ugl Scuola di Ribera
Riunione delle segreterie provinciali dell'Ugl Scuola della Sicilia

Nella foto (da sinistra): Giuseppe Mascolo, segretario nazionale
dell’Ugl Scuola e Vito Gennaro, segretario organizzativo.

Il 15 maggio 2010, c/o la sede dell'Unione Territoriale Ugl di Catania, si sono riunite le segreterie provinciali dell'Ugl Scuola della sicilia, per discutere le problematiche scolastiche del territorio, tra cui gli organici del personale. La riunione è stata presieduta dal segretario nazionale dell'Ugl Scuola, Giuseppe Mascolo. Da quanto evidenziato dagli interventi dei dirigenti sindacali, emerge l'annosa situazione degli organici relativi all'a.s. 2010/2011 che per il personale docente, prevedono una diminuzione di 3.326 posti mentre, per il personale amministrativo, tecnico e ausiliario, pur in assenza di numeri ben precisi, i tagli si potrebbero quantificare minimo in una unità di assistente amministrativo e collaboratore scolastico per ogni istituzione scolastica. A seguito del percorso di riforma della scuola secondaria di secondo grado, anche gli assistenti tecnici subiranno una pesante sforbiciata. Altre osservazioni vengono rivolte alla problematica della sicurezza nelle scuole, in quanto le aule, spesso non sono idonee in rapporto al numero degli alunni che le stesse ospitano. Emerge altresì, come le scuole siciliane non hanno le risorse economiche necessarie ad attuare e raggiungere gli obiettivi prefissati dal piano dell'offerta formativa. La mancata attivazione del tempo pieno, a causa della mancanza dei fondi necessari è una problematica sempre più sentita sul territorio, anche perché crea una diminuzione degli organici. Oltre all'attivazione del tempo pieno (nuove istituzioni), occorre potenziare le mense già esistenti. I CTP, a seguito dei forti flussi migratori, necessitano di organici stabili ed il personale ATA, a cui sono stati demandati numerosi adempimenti in precedenza di competenza degli Uffici Scolastici Provinciali, non può essere drasticamente ridotto. In merito ai lavoratori LSU, si ritiene che gli stessi debbano essere in carico alle scuole con un organico aggiuntivo, senza operare tagli all'organico di diritto del personale scolastico. Si evidenzia, inoltre, l'opportunità di estendere la presenza degli assistenti tecnici, nelle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. I dirigenti siciliani dell'Ugl Scuola, sollecitano una soluzione (non più rinviabile), per il personale precario.

XII Seminario Nazionale Opera Nomadi

Sabato 15 maggio, presso l'Aula Magna dell'Istituto Tecnico per il Turismo "Cristoforo Colombo" di Roma, si è svolto il XII Seminario Nazionale Opera Nomadi. L'evento, articolato in tre giorni, è stato promosso e sostenuto dai Ministeri del Lavoro, delle Pari Opportunità, della Pubblica Istruzione e dal Comune di Roma.

Sintesi dell’intervento di Filomena Sisca

Filomena Sisca
responsabile del coordinamento nazionale dell'Ugl Scuola,
problematiche per il sostegno - alunni diversamente abili


"Ho seguito con molta attenzione ed interesse le relazioni conclusive presentate dai gruppi di lavoro durante il seminario", ha dichiarato la Sisca. "Tante sono le problematiche legate alla questione dei Rom e dei Sinti nel nostro Paese, diverse ed interessanti sono le proposte che oggi ho potuto ascoltare. L'UGL darà tutto il suo appoggio affinché possano essere maggiormente attivate campagne di sensibilizzazione, di informazione e politiche educative a favore dell'integrazione delle popolazioni rom e sinti nel sistema scolastico ordinario. Sono passati circa sette secoli e ancora oggi siamo costretti a parlare di "Integrazione" dei Rom e dei Sinti. In realtà credo non si possa parlare di integrazione fino a quando non avremo superato il problema della legalità. Affinchè le politiche assistenziali possano funzionare è necessario che siano regolate da norme, questo vale per tutti i cittadini. Le statistiche dicono che circa il cinquanta per cento dei Rom è costituito da minori; ebbene è su di loro che dobbiamo lavorare in maniera sinergica. Il primo passo è quello di sottrarre i minori alla clandestinità, per toglierli dall'ombra e dare loro un futuro, un'identità, impedendo di finire in circuiti criminali. Da qui una promozione dell'istruzione primaria per i bambini rom e sinti, quale strumento per prevenire l'esclusione e l'emarginazione sociale e per un miglioramento di lunga durata della situazione di questo popolo, il quale però deve dimostrare anch'esso volontà e determinazione, disponibilità e collaborazione, attraverso una partecipazione attiva".

Tesseramento

Tesseramento ugl