News - MAGGIO 2011

18 maggio 2011

Proroga funzioni di mobilità nella scuola dell'infanzia e nella scuola secondaria di I e II grado a.s. 2011/12.

Personale docente

scuola dell'infanzia
pubblicazione dei movimenti24/05/11

scuola secondaria di I grado
termine ultimo comunicazione al SIDI delle domande di mobilità e dei posti disponibili25/05/11
pubblicazione dei movimenti20/06/11

scuola secondaria di II grado
termine ultimo comunicazione al SIDI delle domande di mobilità e dei posti disponibili15/06/11
pubblicazione dei movimenti11/07/11

12 maggio 2011

AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PER IL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO
LE DOMANDE VANNO PRESENTATE ENTRO IL 1° GIUGNO 2011
(D.M. N. 44 DEL 12 MAGGIO 2011)

10 maggio 2011
Anagrafe nazionale studenti

Avvio procedura per la verifica della correttezza dei dati relativi agli alunni frequentanti l'anno scolastico 2010/2011
(Nota prot.n. 2505 del 9 maggio 2011)

6 maggio 2011
SCUOLA: UGL, RISOLVERE RAPIDAMENTE PROBLEMATICA PRECARI

(dall'Agenzia ANSA)

"Attendiamo con apprensione il riassorbimento, nel settore scolastico, dei precari, con conseguente copertura di tutti i posti vacanti in organico di diritto".
Lo dichiara il segretario nazionale dell'Ugl Scuola, Giuseppe Mascolo, chiedendo espressamente "al governo di intervenire con soluzioni celeri e ben definite, in merito ai ricorsi per la stabilizzazione del personale precario della scuola, al fine di evitare il dilagare dei contenziosi".
"Stesso intervento - continua Mascolo - vale per i presidi incaricati, situazione alla quale l'attuale compagine governativa sembra poco sensibile anche se, oramai, da tempo è in attesa della dovuta soluzione".
"In merito alle graduatorie dei docenti e al decreto salva-precari - conclude - auspichiamo che i relativi dettati normativi non lascino spazio a inutili contenziosi che graverebbero maggiormente sulla spesa pubblica".
Stampa

1 maggio 2011

1o Maggio Ugl, 7000 persone in piazza a Campobasso
Centrella: "Diamo voce ad un Mezzogiorno dimenticato"

"Siamo in questa città per essere vicini e dare voce ad un terra dimenticata, dove i giovani cercano lavoro e non lo trovano, anche se le potenzialità di questi luoghi, come di tutto il Mezzogiorno, sono immense".
Con queste parole Giovanni Centrella, segretario generale dell'Ugl, ha spiegato la scelta di celebrare il Primo Maggio a Campobasso, in testa del corteo, partito da piazza Padre Pio da Pietralcina. Alla manifestazione hanno partecipato circa 7000 persone, con l'adesione spontanea di realtà locali e di lavoratori e cittadini, a dimostrazione di quanto sia determinante e centrale il lavoro nella vita di tutti.
Presenti anche il Vescovo di Campobasso, Giancarlo Bregantini, che ha lanciato un appello ai sindacalisti dell'Ugl chiedendo di "dare centralità all'uomo, quindi ai lavoratori, nella vostra azione quotidiana e impegnarsi contro la precarietà del lavoro"; il Sindaco di Campobasso, Luigi Di Bartolomeo; il Sindaco del Comune di San Giuliano, Luigi Barbieri, insieme al Presidente dell'Associazione vittime della Scuola elementare di San Giuliano, Antonio Morelli; il vice sindaco del Comune di Jelsi, Riccardo Palladino; il vice sindaco di Macchia d'Isernia, Piergiorgio Quirico.

L'INTERVENTO DEL SEGRETARIO GENERALE
Occupazione, contratti, unità sindacale i principali temi toccati dal segretario generale nel suo comizio dal palco di Piazza Pepe a Campobasso

Occupazione: "Aumentarla e qualificarla unica strada per uscire da crisi"
"Quantità e qualità dell'occupazione sono le uniche vie per uscire definitivamente dalla crisi". Così Centrella ha iniziato il suo intervento alla manifestazione del Primo Maggio Ugl.
"Due sono gli obiettivi da perseguire - ha evidenziato - per migliorare il lavoro: rilancio dell'occupazione e ampliamento di tutele, diritti, trattamenti economici e sostegni in caso di perdita di posti di lavoro anche per coloro che hanno contratti flessibili".
Per il sindacalista "occorre anche superare la carenza di servizi all'infanzia e alla non autosufficienza per ampliare la presenza femminile nel mondo del lavoro; rendere più efficace ed efficiente il sistema scolastico con percorsi di orientamento al lavoro, rilancio della formazione professionale e la valorizzazione dell'apprendistato per diminuire drasticamente la disoccupazione giovanile; migliorare gli strumenti di reinserimento e riqualificazione per coloro che hanno perso un'occupazione; infine un complessivo e strutturale rilancio del nostro sistema produttivo".

Contratti: "Riforma consente rivalutazione salari, ma serve unità sindacati"
"La riforma del 2009 - ha detto il segretario generale dell'Ugl - ha dato maggiore impulso alla contrattazione di secondo livello, che dà la possibilità di rivalutare i salari, ma serve unità di azione tra sindacati per renderla ancora più efficace e operativa".
"Il no di un'organizzazione sindacale - ha sottolineato - sta da allora complicando e frenando non solo la realizzazione di quella riforma ma anche la sottoscrizione di una serie di accordi, di importanti occasioni di rilancio industriale".
Per Centrella "queste divisioni stanno minando la forza del sindacato, proprio in un momento in cui servirebbe un movimento sindacale forte e coeso, indipendente dalla politica, concreto e lungimirante nelle proposte, in grado di svolgere al meglio la sua missione, cioè rappresentare le istanze dei propri associati e di tutti i lavoratori".

Un ringraziamento alle Forze dell'Ordine
Il segretario generale dell'Ugl ha voluto infine richiamare l'attenzione anche sull'importante lavoro svolto per l'occasione dalle Forze dell'Ordine: "in una giornata come questa, con manifestazioni in tutta Italia per la festa dei lavoratori e in più con il grande evento della beatificazione di Papa Giovanni Paolo II a Roma - ha detto -, ringraziamo le donne e gli uomini delle Forze dell'Ordine che oggi stanno garantendo la sicurezza di lavoratori, pellegrini e cittadini".

Tesseramento

Tesseramento ugl